ARNOLDO CIARROCCHI


ARNOLDO CIARROCCHI

Nasce aCivitanova Marche nel 1916, frequenta la scuola del libro di Urbino. Nel 1938 si trasferisce a Roma ed in questa atmosfera incide alcune delle stampe "bianche", tra cui "I pini di Monte Mario".Ma presto si isola da questi fastosi ambienti romani perchè Ciarrocchi è un'uomo semplice e schivo, e si rinchiude con il suo lavoro presso la Calcografia Nazionale, (l'Istituto dove si conservano tutte le lastre degli incisori italiani antichi e moderni). Significativa è di questo periodo la lastra intitolata "La stradina bianca" (prima incisione a maglia larga)

-1940 la sua prima mostra.

-1946 la personale di incisioni alla "Galleria del Cavallino"a Venezia.

-1947 mostra con Scialoja ,Sadun e Stradone alla "Galleria del Secolo".

-1949 mostra alla galleria"Blu di Prussia" a Napoli.

-1950 riceve ilPremio per l'incisione alla Biennale Internazionale di S. Paolo del Brasile e nel 1953 alla Quadriennale di Roma.

-1953 mostra personale nella sala napoleonica alle Procuratie Nuove, a Venezia

- 1955 vince ilPrimo Premio per l'acquaforte alla 1° Biennale dell'Incisione di Venezia.

-1958 comincia ad insegnare presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli dove crea nuove ed interessanti serie di incisioni.

-1961 vince il Premio Marche ad Ancona.

-1963 espone alla "Galleria Stendhal " di Milano.

-1968 torna a Roma.

-1970 personale alla Stamperia Aldina di Roma.

-1979 espone alla Biennale di S. Paolo del Brasile.

-1981 vince la "Ginestra d'Oro del Conero" a Portonovo.

-1988 vince il Premio Rosa Papa Tamburi per l'incisione, nell'occasione viene allestita una sua antologica alla Pinacoteca di Jesi e nello stesso anno diventa titolare delle cattedre nelle accademie di Palermo e Roma.