FERNANDA

FIORI MINELLI


Fernanda Fiori Minelli ha una caratteristica, a dir poco, unica. Fernanda è una complessa "macchina interpretativa", fatta di talento, sentimenti ed esperienze artistiche varie, che, attraverso certi filtri vede a colori poetici un mondo cupo fatto in bianco e nero. Un mondo fatto di nero e poco di bianco. L'artista trasporta sulla carta questa visione elaborata nella sua mente, attraverso l'incisione su una muta lastra di zinco.

In questo modo l'artista è in continua ed inarrestabile ricerca dell'espressione artistica più adatta alle situazioni diverse e le affronta con tenacia invidiabile.

I percorsi artistici di Fernanda Fiori Minelli non non sono mai terminati. I suoi studi della scultura e della ceramica sono espressi solo in due dimensioni. Anzi, considerando il colore come la terza dimensione, che instancabilmente aggiunge alle immagini rendendole opere debordanti dalla tiratura ripetitiva, presto ci si rende conto della completezza delle opere grafiche e pittoriche prodotte.

Nell'uso del colore, indistintamente dal soggetto, Fernanda crea un'atmosfera nebulosa fatta di sfumature presenti in aria, ovunque, come minuscole particelle di polline sospese tra la terra e il cielo.

Nell'esperienza grafica la Minelli utilizza una tecnica difficile quale l'acquaforte, riuscendo a dominarla, come una pennellata da stendere sul cristallo. Le precedenti esperienze nella ceramica e nella lavorazione della creta, hanno lasciato in lei un profondo segno. Segno positivo che, in un atteggiamento di sfida verso verso le difficoltà tecniche, la rende capace di superare qualsiasi ostacolo senza arrendersi mai.

La natura, nei soggetti disegnati da Fernanda, è un filo conduttore che unisce, come dovrebbe essere la realtà, in un tenero abbraccio le cose intorno a noi. Dai paesaggi di mare, con i gabbiani in cerca di felicità, ai cancelli, essenzialmente con anime di ferro arruginite, che nei disegni dell'artista sono dei cancelli fatti di colore con anima gentile e pura. Dagli angeli dipinti con tenerezza estrema, emerge quello che Fernanda usa nella preparazione dei colori: il sentimento. Un colore che andrebbe usato puro e senza mai essere diluito, proprio come lo usa Fernanda Fiori Minelli.

Araz Jarjis