PIETRO SANCHINI


PIETRO SANCHINI

Nato ad Urbino nel 1915, autorevole esponente della Scuola del Libro di Urbino del med , dove ha insegnato dal 1943 al 1963, dove dal 1972 al 1976 ricopre la carica di Direttore.Pietro Sanchini siè formato alla scuola di Francesco Carnevali, Umberto Franci e Mario Delitala.Le sue prime realizzazioni, tradotte spesso in un linguaggio lineare, dichiaratamente illustrativo, hanno come oggetto la vita contadina e richiamano fin con troppa evidenza l'arte xilografica tedesca del Medio Evo. L'aquisizione di una maggiore coscienza critica fa da tramite per la piena rispondenza fra soluzioni tecniche e contenuti nuovi per cui il suo linguaggio, negli anni '50, si caratterizza con una grafia fittissima a capillari linee parallele proiettate perpendicolarmente.Un linguaggio che tal volta raggiunge note emblematiche per la intensa forza drammatica (vedasi il clima tempestoso del paesaggio in "Le due strade", 1956) o come nella pietrificata atmosfera di"A Marcinelle"1957.La formazione avuta dalla Scuola e gli orientamenti didattici perduranti, che lo avevano costretto fino ad ora fedele all'illustrazione, non rispondevano più alle esigenze personali dell'artista. Agli inizi degli anni '60, con l'uso di più matrici fa sbocciare come per incanto, in un fittissimo gioco geometrico, visioni di paesaggi urbani avvolti da atmosfere notturne tempestate da miriadi di luci.La superficie non imprigiona più la figura nel reticolo, ma questi si snoda libero su bianche campiture o su superfici cromatiche delicatissime.La sua è stata una vita estremamente intensa che ha visto quest'uomo di grande talento artistico lasciarsi coinvolgere dall'insegnamento al punto tale da finire quasi col dimenticare di essre innanzitutto artista.