MASSIMO VOLPONI


Massimo Volponi nasce ad Ancona il 23 ottobre 1970. Frequenta la sezione di decorazione pittorica dell'Istituto d'Arte di Ancona. Dopo la maturità si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Bologna dove si diploma con 110 e lode nell'ottobre del '93 con una tesi dedicata al Maestro Umberto Mastroianni dal titolo: "Concezione morale come concezione spaziale". Nel 1988, a Santa Maria Nuova (An) vince il Premio per la Grafica. Nel 1990 vince il "Premio Pietro Nenni" organizzato ad Ancona nell'ambito delle "giornate socialiste". Nel 1991 è segnalato al "Premio Carracci"; vince l'estempore "Premio Città di Mosciano Sant'Angelo (Pe)" ed è segnalato al "Premio Brugnetto di Senigallia (An). Nello stesso anno collabora con la Galleria d'Arte L'Incontro alla organizzazione, per conto del Comune di Chiaravalle, della mostra dal titolo: "Mastroianni - Piacesi. Grandi Maestri a Chiaravalle che si tiene nella "Sala Monaci" dell'ex convento dell'abazia di Santa Maria in Castagnola di Chiaravalle (An).Nel '92 ottiene la borsa di studio del "Premio Zucchelli". Partecipa alle varie collettive organizzate dal Prof. Mario Venturelli (docente di Pittura all'Accademia di Bologna) nelle città di Vignola e di Modena. Collabora, senza fini di lucro, con alcuni studi di progettazione grafica (Zeta Due, A&M Modi di Vedere e Tangherlini). Alcuni suoi disegni vengono scelti per illustrare la "Rivista dei libri"edita dalla Fratelli Fabbri. Dopo essere stato presente in alcune collettive,

nel 1991, Personale alla Galleria d'Arte L'Incontro di Chiaravalle.

Dal 1992 inizia a collaborare all'attività della Galleria d'Arte L'Incontro partecipando alle collettive ed alle manifestazioni da essa organizzate.Nel 1994 collabora con il Comune di Ancona, senza fini di lucro, in occasione della mostra: "Dalla Traccia al Segno. Incisori dalle Marche nel XX Secolo" tenutasi alla Mole Vanvitelliana e, l'anno seguente rinnova il suo aiuto disinteressato, quando, per conto della Regione Marche, la stessa mostra (in una versione ridotta) viene allestita nel Museo Petöfi Irodalmi di Budapest in collaborazione con l'Istituto Italiano di Cultura per l'Ungheria.

1996 , personale di caricature su personaggi anconetani al Circolo "Arti e Mestieri" di Torrette di Ancona;

personale di caricature e vignette presso il quartiere fieristico di Ancona "Ridiamo insieme";

personale di marine ad olio al Circolo culturale Sirolese intitolata "Atmosfere dal Conero",

Centro Civico di Torrette personale dal titolo "Bella di notte, visioni e memorie" con la presentazione di Pietro Zampetti.


Personale,"La Carica dei 101", Mole Vanvitelliana, Ancona;

1997,Personale "Bella di Notte", Galleria Atelier dell'Arco Amoroso,Ancona;

Personale, "Ascoltare il mare " , Circolo Culturale della Resistenza "M.O.G.Tommasi"